pane di tutti i giorni

Il Pane di tutti i giorni

“Saper fare il pane in casa e’ sempre cosa utile: nella vita non si sa mai che cosa puo’ capitare” da il segreto della felicita’ coniugale di Elmina Petronio Sarti 1950

Questo motto campeggia in un vecchio libro di economia domestica, e’ stato ripreso anche da Clara Vada Padovani nel suo Pane e Nutella, e mi trova perfettamente d’accordo. Da quando ho deciso  di fare pane e pizza in casa non mi sono mai pentita neppure una volta. E non sono mai piu’ rimasta senza pane, perche’ anche se finisce il sabato sera, basta impastare un po’ ed ecco che la domenica mattina hai un bel filone caldo in forno! 

I motivi per cui adoro fare il pane in casa:

E’ divertente
Si possono scegliere le materie prime ed avere un reale  controllo di filiera
Non porta via molto tempo e quel poco che serve e’ utile a rilassarsi
Si risparmia anche alzando la qualita’ degli ingredienti
Puoi creare sempre ricette diverse, ma anche ripetendo ogni volta la stessa, poiche’ uso materie vive come la pasta madre e la farina integrale, il risultato finale sara’ sempre una sorpresa!

Visto che non prendo una lira, anzi un euro, da nessuno, mi posso permettere di dire che di preferenza io uso le farine Mulino Marino. Per un pane veloce, diciamo di tutti i giorni, senza dover fare pesi e bilanciamenti io uso la farina “Pandisempre”. E’ un mix di farine semi-integrali di vari tipi di frumento: tenero, Farro ed Enkir. Va bene per tutto,ma va benissimo per il pane.

Ingredienti:
100 gr di lievito madre 1:1
100 gr di farina pandisempre
50 ml di acqua

Poi:
500 gr di farina pandisempre
280 ml di acqua
Olio extravergine di oliva
Sale

Faccio il primo l’impasto. Lascio lievitare tre ore, poi aggiungo tutta la biga al resto degli ingredienti, e lascio lievitare altre 3 ore. (Sotto suggerimento dello chef Sergio Maria Teutonico, in inverno metto il pane a lievitare nel forno spento con la sola lampadina accesa, ed il calore di questa basta a far triplicare la massa. Provare per credere!!)
Poi accendo il forno al massimo del calore, metto a scaldare la piastra refrattaria, ed inforno tutto a 200° per circa 40 minuti con forno ventilato. (Gli ultimi 10 minuti metto il pane direttamente sulla griglia).

E’ buono per una settimana abbondante, Mio figlio di tre anni, lo adora per merenda leggermente tostato, con sopra tanto buon olio extravergine di oliva, quello che “picchica” (pizzica) pugliese.

Buon Appetito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...